TAPPETI AFGANI


Modelli, decorazioni e colori dei tappeti afgani

I tappeti afgani sono dei stupendi complementi d’arredo per poter arredare il vostro salotto e non solo e donare quel tocco di originalità alla vostra camera.
I materiali dei tappeti afgani sono composti prevalentemente da lana di pecora oppure pili di cammello mentre per colorare i tappeti afgani vengono adoperati solfato di ferro, solfato di rame e radici e altri tipi di elementi.
I tappeti afghani sono creati con il tipico nodo persiano ed somigliano molto alla fattura del Turkmenistan.
I tappeti afghani viene utilizzato spesso il caratteristico disegno “GUL” in diverse varianti ma prevale di solito il rosso.
Le figure raffigurate nei tappeti afghani sono i motivi geometrici, basati sugli ottagoni tradizionali.
Al centro del poligono è rappresentato, come abbiamo detto un "GUL" più piccolo oppure un rombo o una croce uncinata che separa l'interno in quattro parti, nei quali spiccano gruppi di alberi stilizzati, fiorellini trilobati oppure semplici motivi geometrici e schematizzazione di animali.

Foto tratta da https://www.etsy.com
I bordi dei tappeti afghani arrivano a un massimo di cinque cornici, anzi spesso e presentano in quella più grande dei riquadri con fiori o stelle geometrizzati.
I tappeti afghani al tatto sono molto morbidi e si mostrano un colore luminoso in rosso o color mattone.

In commercio potrete trovare tre tipologie di tappeti afgani:
I tappeti afghani, quelli maggiormente diffusi e noti in occidente.
I tappeti Baluci, realizzati da tribù nomadi che si trovano nella regione del Khorassan.
I tappeti Herat, nell'omonima città.
I tappeti afgani, grazie alla loro semplicità e ai loro colori gradevoli possono essere collocati in qualsiasi tipologia arredamento.